Andrea Cannella @ Altervista.org – Maturità 2008

Visita anche www.andreacannella.com

Le equazioni di Maxwell

                                (1)

                                  (2)

   (3)

                      (4)

Alla base degli studi di Maxwell stanno le tre esperienze del XIX secolo di Oersted, Ampere e Faraday sull’interdipendenza tra i fenomeni magnetici e fenomeni elettrici.
Le prime due sono anche conosciute come Teorema di Gauss rispettivamente per il campo elettrico e il campo magnetico.
La terza è la legge di Ampere, modificata da Maxwell. La modifica operata da Maxwell fu l’aggiunta di un termine proporzionale equivalente all’intesità della corrente di spostamento.
La quarta è la legge di Faraday-Neuman.
Nel “Trattato sull’elettricità e il magnetismo” (Treatise on electricity and magnetism in lingua originale) che Maxwell pubblicò nel 1873, lo scienziato utilizzò queste 4 equazioni come assiomi fondamentali della sua teoria.
L’importanza delle 4 equazioni di Maxwell nell’elettromagnetismo applicato è quella di fornire le relazioni tra il campo elettrico e quello magnetico, sottolineando l’importanza delle induzioni generate dai campi stessi. Queste equazioni possono essere espresse in forme diverse, da quella differenziale a quella integrale.